Libri

POESIE  
SAGGISTICA
INTERVISTA
Da Kljaz’ma e Jauza
Da La rosa canina  
Da Tristano e Isotta
Vecchi canti
Da Porte, finestre, archi
Da Giambo
Viaggio in Cina
Da Libro che non finito
Da Canto serale
Elegie
Da L’inizio del libro
Da La rosa canina
Leggende e fantasie

(1976 - 1978)
Leggenda sesta
Quando risuonerà la grande sorte,
come un vento quando agita il viandante
e le sue vesti scuote – e l’anima
susciterà più invidia delle altre –,
così domanderà l’antico monaco:
«Dimmi, a chi sono simile io?».

Questo egli vedrà: uno specchio vivo
con ali, di guardia,
scenderà verso di lui mormorando,
e rifletterà quell’oscurità
che lui aveva affrontato. Ma in lui,
nell’alito veggente oltre lo specchio,
il buio è una nuvola colorata
racchiusa in un’immensa giornata.

Ugualmente qualche anima mortale
non sopporterà il giorno della verità,
e, celando il dolore col dolore
e mascherando la parola con la parola,
a sé radunerà l’oscurità
del viaggio, ed in essa camminerà.

Nell’anima arde il fuoco del monaco.
La luce parla come una parabola.
Riccardo D’Alessandro
La rosa canina
Leggenda seconda
Leggenda terza
Leggenda quarta
 Leggenda sesta
Leggenda settima.
Morte di Alessio, uomo di Dio
Leggenda nona.
Esequie della monaca
Leggenda decima.
Giacobbe
Leggenda undicesima.
La cena
Leggenda dodicesima.
San Sergio di Radonež
Il viaggio dei Magi
Copyright © Sedakova All rights reserved >UP >A SOSTENERE IL SITO >Design Team Partner >