Libri

POESIE  
SAGGISTICA
INTERVISTA
Da Kljaz’ma e Jauza
Da La rosa canina  
Da Tristano e Isotta
Vecchi canti
Da Porte, finestre, archi
Da Giambo
Viaggio in Cina
Da Libro che non finito
Da Canto serale
Elegie
Da L’inizio del libro
Da La rosa canina
Leggende e fantasie

(1976 - 1978)
Leggenda dodicesima.
San Sergio di Radonež
Ormai non rimaneva nessuno:
né il fanciullo, fermo gli occhi all’acqua,
quando giocano gli altri compagni,
e vede crescere strani germogli,
cui converrebbero nomi
simili a incenso nei giorni di festa:
fichi, olivi, palmizî…

non il giovane, ch’era là in ascolto,
e andava, andava, già oltre la richiesta…
non l’uomo, che divise con un orso
il suo ultimo pane, e alzò le mura
in cima al colle, edificato, in sogno…

non l’anziano, che gli angeli, si dice,
visitavano e insieme conversavano…

E così, non rimaneva nessuno.
Non dei monaci il padre d’un tempo,
maestro d’una terra che si fa grande;
non quello futuro, cui delle pene
nostre il peso e il racconto deporremo:
“Noi stessi, padre, non osiamo, chiedi
tu per noi. L’anima assomiglia
all’ampio cerchio di quelli che guardano
l’evento: viene, ancora tra le lacrime –
e alla prima felicità, che ancora
chiede felicità, – ecco se ne va.
Piccolo fiore! Chi lo accoglierà,
chi se non tu, tra i fiori tuoi, inginocchiati? –
Chiedi per noi”.
             Ma ormai in quest’ora sera
nessuno rimaneva.

C’erano i pini, e felci ed equiseti,
e il grido degli uccelli, e amari arbusti,
e l’odore del legno, come schiappe
che dieci giorni dopo ardono ancora.
Qualcuno ripensava al suo cammino.
E all’improvviso crolla e poi s’inchina
a quel che in lui nel cuore si compiva.

E quei che più non era,
ed era ormai la pioggia e la foresta,
ed era l’aria in tumultuosa attesa,
e il granaio profondo e sincero
del misterioso frumento del Nord –

placidamente s’umiliò in ginocchio
anzi l’inchino
                      e ancora puoi vederlo
da lontano, e in ogni dove, e nell’intimo.
Adalberto Mainardi
La rosa canina
Leggenda settima.
Morte di Alessio, uomo di Dio
 Leggenda dodicesima.
San Sergio di Radonež
Il viaggio dei Magi
Copyright © Sedakova All rights reserved >UP >A SOSTENERE IL SITO > Design Team Partner >