Libri

POESIE  
SAGGISTICA
INTERVISTA
Da Kljaz’ma e Jauza
Da La rosa canina
Da Tristano e Isotta
Vecchi canti
Da Porte, finestre, archi
Da Giambo
Viaggio in Cina  
Da Libro che non finito
Da Canto serale
Elegie
Da L’inizio del libro
Viaggio in Cina
(1986)

Esso smussa ciò che è affilato,
districa ciò che è intricato,
filtra ciò che è luminoso,
lo rende simile ad un granello di polvere,
e solo allora sembra
distintamente esistere.
Lao Tze
15

Per la riva bianca, per la fredda nuvola stellare,
si dice siano partiti, e noi partiremo un giorno:
di sasso in sasso attraversando l'acqua,
di pianeta in pianeta attraversando la distanza,
come colui che canta di nota in nota.
Là tutti, si dice, s'incontrano, imbiancati
dalla via lattea.
Quante volte – l'ammetto – sulla soglia proibita
si è avvicinato il cuore, quante volte ha fissato
promettendo ad un ignoto qualcuno:
nessuno mi cerca, nessuno s'addolorerà,
né pregherà: rimani con me! ...
Oh, non è per un dolore terrestre ch'è così miracoloso al
di là
della porta della terra.
Ma perché non vogliamo, non vogliamo i propri peccati,
perché è tempo di andare
a chiedere scusa per tutti,
poiché nessuno sopravviverà
senza questo pane che manda splendore.
È tempo di andare là dove
tutto è compassione.
Francesca Chessa
1. E mi sorprese...
2. Lo stagno dice...
3. Nel cadere, non cadono...
4. Là, sul monte...
5. Conoscete voi...
6. Solo alla vista...
7. Vola la barca...
8. Tetti, coi lembi sollevati all'insù...
9. Infelice...
10. Grande è il pittore che non conosce il dovere...
11. Con tenerezza e profondità...
12. Forse, sei tu l'anello dell'anima...
13. Possibile, che anche noi, come tutti...
14. Il flauto risponde al flauto...
 15. Per la riva bianca, per la fredda nuvola stellare...
16. Sai, ti amo così tanto...
17. Quando ci risolveremo ad andare alla deriva...
18. Lodiamo la nostra terra...
Copyright © Sedakova All rights reserved >UP >A SOSTENERE IL SITO > Design Team Partner >